La situazione europea

L’Ente istituzionalmente accreditato a livello Europeo per la raccolta e la diffusione di dati sulle droghe, l’Osservatorio Europeo sulle droghe e le tossicodipendenze (EMCDDA), riporta i dati sul consumo di sostanze stupefacenti in tutti gli Stati Membri. Rispetto alla prevalenza della cannabis, l’EMCDDA stima un consumo almeno una volta (prevalenza una tantum) da parte di circa 75,5 milioni di europei, vale a dire da più di una persona su cinque in età compresa tra i 15 e i 64 anni. Sebbene vi siano differenze notevoli tra un paese e l’altro, con oscillazioni a livello nazionale tra il 1,5% e il 38,6%, la metà degli Stati riferisce stime comprese tra il 10% e il 30% (cfr. la Tabella 1 per una sintesi dei dati).

Molti Paesi Membri dell’UE registrano livelli di prevalenza alti con riferimento al consumo di cannabis nell’ultimo mese e nell’ultimo anno. L’EMCDDA ritiene che circa 23 milioni di europei abbiano utilizzato la cannabis nell’ultimo anno, pari, in media, al 6,8% circa di tutti i cittadini tra i 15 e i 64 anni di età. Le stime della prevalenza nell’ultimo mese com­prendono anche quei soggetti che fanno uso di cannabis con più regolarità, anche se non necessariamente in modo intensivo. Si calcola infine che circa 12,5 milioni di europei abbiano utilizzato questa sostanza nell’ultimo mese, un dato questo che corrisponde a circa il 3,7% di tutti coloro che rientrano nella fascia di età compresa tra i 15 e i 64 anni.

Il consumo della cannabis si concentra prevalentemente tra i giovani adulti (15–34 anni). L’EMCDDA ritiene che, tra questi, raggiunga generalmente i livelli massimi di uso nella fascia di età dei 15-24 anni. Ciò avviene in quasi tutti gli stati europei. Le stime nazionali sulla prevalenza del consumo di cannabis variano marcatamente da un paese all’altro, con gli Sta­ti Membri con tassi di prevalenza maggiori, che riferiscono valori fino a dieci volte superiori rispetto agli Stati con i tassi di prevalenza più bassi. Desta particolare interesse la tendenza del consumo di cannabis nel Regno Unito (Inghilterra e Galles), lo Stato che ha riferito le più alte stime sulla prevalenza in Europa all’inizio e a metà degli anni Novanta. In tempi più recenti si è osservato però un calo costante, in particolare nella fascia di età compresa tra i 16 e i 24 anni.

Bibliografia

  • OEDT (2010). Evoluzione del fenomeno della droga in Europa. Relazione annuale 2010.
  • DPA (2010). Dipartimento Politiche Antidroga, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Relazioneannuale al Parlamento sulle Droghe e le Tossicodipendenze, 2010.